Notice
  • EU e-Privacy Directive

    Questo sito web utilizza i cookies anche di terze parti per gestire l'autenticazione, la navigazione, e altre funzioni. Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta che possano essere installati questi tipi di cookies sul proprio dispositivo.

    View Privacy Policy

    View e-Privacy Directive Documents

Benvenuto in xnotar.it®
POLCINI VINCE "L'XC-BRESCIANO" 2010 PDF Stampa E-mail
Scritto da Admin   
Lunedì 06 Dicembre 2010 09:29

LO AVEVAMO GIÀ PREANNUNCIATO A SETTEMBRE ED ORA ABBIAMO LA CONFERMA...

Immagine Parapendioimmagine Fulvio PolciniNell'articolo del 20 Settembre 2010, vi avevamo parlato di una gara di parapendio un pò diversa dalle solite denominanta "XC BRESCIANO", dove il campione Fulvio Polcini era riuscito a strappare il primo posto nella classifica provvisoria ad Andrea Candiani (detto "missile").

I due Piloti hanno lottato per il primo posto per diverso tempo ma Candiani non mollava la presa rimanendo in vetta alla classifica fino a settembre, quando Fulvio Polcini recuperando alcuni voli non ancora eseguiti, riusciva a strappargli poco più di 80 punti nella classifica generale.

Da allora Polcini non ha più mollato rimanendo in testa e vincendo la strana competizione.

I nostri complimenti a FULVIO POLCINI che ci regala ormai da diverso tempo delle belle soddisfazioni nell'ambito del VOLO LIBERO ed un augurio per le prossime imminenti festività a tutti i partecipanti ed organizzatori del "XC-BRESCIANO".

Ultimo aggiornamento Lunedì 27 Giugno 2011 18:35
 
RACETRACK PDF Stampa E-mail
Scritto da xnotar   
Mercoledì 17 Novembre 2010 17:05

Chi di voi ha sentito parlare di Racetrack alzi la mano!

immagine Chip NanocaviTranquilli, non si tratta della nuova influenza stagionale o peggio di una nuova malattia infettiva, più semplicemente si parla di "memorie di massa". No non mi riferisco nemmeno alle menti, a volte bacate (compresa la mia), degli uomini.

Le memorie racetrack sono l'ultimo ritrovato tecnologico (ancora in fase "alfa" di studio) dei  laboratori del Centro di Ricerca IBM di Zurigo e che promettono oltre alla maggiore possibilità di archiviazione di dati rispetto agli attuali hard disk, una velocita in accesso ai dati in lettura/scrittura, impressionante. Si parla addirittura di 100.000 volte superiore a quelli più veloci attualmente in commercio.

La tecnologia racetrack applicata ai nuovi futuri hard disk ed alle memorie ram (random access memory) è supportata dalle nanotecnologie e più preciasamente dai nanocavi di nichel-ferro.

Concettualmente simile al nastro di una video-cassetta VHS, ma milioni di volte più piccolo. La differenza però stà nel fatto che il supporto per il nanocavo di nichel-ferro, non ha parti meccaniche in movimento e per memorizzare i bit d'informazione, viene utilizzata una corrente dotata di polarizzazione di spin la qual permette una velocità di centinaia di metri al secondo. Praticamente come far scorrere un'intera VHS in meno di un secondo.

I ricercatori sono convinti che sia possibile inserire addirittura miliardi di questi nanocavi in un solo chip raggiungendo enormi quantità di dati su ogni supporto e tale novità scientifica, dovrebbe essere disponibile entro 5 - 7 anni al massimo.

Ovviamente le velocità impressionanti di boot dei computer per qualcuno si tradurrebbero in produttività, visto che già ci sono imprenditori che stimano una perdita in milioni di dollari ogni giorno solamente perchè i PC impiegano 2-3 minuti per essere pronti all'uso quando vengono accesi.

A questi signori vorrei ricordare che solo una decina di anni fa, i computer non riuscivano a fare nemmeno un centesimo del lavoro svolto dagli attuali e che prima ancora i computer, solo pochissime aziende li possedevano e quasi nessuno aveva una connessione internet (che allora era solamente analogica a 56K) che al giorno d'oggi fa risparmiare centinaia di milioni di dollari ogni giorno agli stessi. Ma ovviamente di questo se ne sono già scordati e quindi vogliono ancora di più.

Per loro conoscenza vorrei ricordare che già oggi sono disponibili Sistemi Operativi con la "S" e la "O" MAIUSCOLE che effettuano il boot in soli 25 secondi pronti all'uso. Sto parlando ovviamente dei sistemi Linux ed ovviamente dei Mac i quali una volta accesi non accennano quasi mai all'utilizzo dell'Hard Disk se non quando gli si chiede di aprire o salvare qualche dato e ciò è  verificabile guardando la spia del Hard Disk che una volta pronto il nostro bel Desktop rimmarrà praticamente sempre spenta se non appunto quando gli si chiede di lavorare, il tutto si traduce in una durata maggiore degli HD perchè viene ottimizzata meglio la memoria Ram del nostro pc ed una flessibilità e rapidità non indifferente della macchina senza impallarsi.

Tutto ciò non avviene con i vostri cari sistemi WINZOZZ® che al contrario continuano inspiegabilmente a far lavorare l'Hard Disk riducendolo ad un ammasso di ferraglia in pochi anni con le gravi conseguenze della perdita di dati preziosi. L'avrete notata anche voi quella maledettissima spia del HD sempre accesa!? E perchè è sempre accesa?

Eh, ma forse un giorno ZIO Bill ce lo spiegherà cosa cazzo fanno i suoi sistemi con gli Hard Disk!   :)

Tra l'altro i sistemi WINZOZZ® obbligano a spese inutili di licenze per se stessi e per quasi tutte le stronzate a loro associate ma ovviamente siccome la grande massa usa quelli, bisogna per forza adeguarsi senza nemmeno sentir parlare d'altro.

Recentemente mi è capitato di entrare in un centro per l'udito, bellissimo e supermoderno. Sono rimasto meravigliato nel vedere che tutti i computer erano dei Mac. Stavo per complimentarmi con il titolare quando ho notato che al posto del Mac OS X avevano installato  quella merdatura di WINZOZZ ®. Un vero peccato!

Ho un consiglio per la gentaglia attenta solo alla produttività...

Se non volete perdere nemmeno il tempo di boot dei vostri PC (ovviamente lunghissimi con quei WinSCHIFO ®) --- PROVATE A NON SPEGNERLI!

No, forse già la mattina seguente saranno inutilizzabili e dovrete necessariamente riavviarli. :)

Questo con Linux non accade praticamente mai!

 

Ultimo aggiornamento Giovedì 18 Novembre 2010 21:27
 
BENTORNATO BERTOZ.COM PDF Stampa E-mail
Scritto da xnotar   
Venerdì 12 Novembre 2010 21:14

FINALMENTE POSSIAMO RIVEDERE VIVO E ATTIVO IL SITO BERTOZ.COM....

Immagine bertoz.com

Dopo mesi di assenza per  grandi impegni del buon Manfred, finalmente ritorna attivo il suo sito, che da sempre offre grandi risorse per il mondo informatico, soprattutto per gli utilizzatori di Linux ma non solo e spesso ci fa divertire con i suoi racconti e trovate simpatiche.

Vedo che tra l'altro ha inserito un articolo per correggere un piccolo problema relativo alla connessione tra Ubuntu 10.10 ed il Samsung GT I9000 Galaxy S che tra l'altro posseggo pure io e devo dire che è un'ottimo dispositivo che riesce addirittura ad effettuare le telefonate :)

Ovviamente non avevo dubbi sul fatto che Manfred avrebbe messo mano al terminale per aprire come una mela il telefono nuovo, anzi, se avessi saputo prima che lo acquistava, probabilmente avrei scommesso 1000 euro alla Snai che non avrebbe resistito alla tentazione più di tre giorni.

Scherzi a parte, salutiamo e diamo il BENTORNATO a  BERTOZ.COM.

Visitatelo e continuate a seguirlo, magari con le RSS, ne vale veramente la pena, altrimenti siete solo...

...CHIACCHIERE & DISTINTIVO!!!

http://bertoz.com

bertoz.com

[Nota: inserite l'indirizzo senza il"www" in uno dei formati qui sopra]

Ultimo aggiornamento Sabato 13 Novembre 2010 14:30
 
WI-FI LIBERO PER TUTTI PDF Stampa E-mail
Scritto da Admin   
Venerdì 05 Novembre 2010 22:17

DAL PRIMO GENNAIO 2011 INTERNET SARÀ UN PÒ PIÙ LIBERO...

Immagine antenna

Ovviamente se la nostra burocrazia non rallenta i lavori, avremo la possibilità di connetterci a reti pubbliche senza più l'obbligo di autenticazioni tramite documenti e chi gestisce gli hot spot wireless internet non dovrà più tenere i LOG di chi si è connesso tramite le loro reti.

Una conquista dunque per il popolo di internet italiano che rispetto ad altre nazioni europee e del mondo si vedeva costretto a non poter godere liberamente delle reti pubbliche.

Ovviamente c'è già chi è contrario, tra questi il procuratore nazionale Antimafia, Piero Grasso, dichiara che l'accesso libero alle postazioni wi-fi e agli Internet point ridurrebbe di molto la possibilità di individuare tutti coloro che commettono reati attraverso Internet. Continua poi con le solite storie che dietro a queste reti si possono nascondere terroristi pedofili ecc...

Io mi chiedo, ma allora le altre nazioni come fanno a lasciarle libere?  Forse i loro politici sono dementi? Oppure non esistono terroristi, criminali, pedofili ecc...? NON CREDO PROPRIO! Forse piuttosto perchè non ha più senso, perchè probabilmente non sa che per connettersi nel totale anonimato non è necessario per forza un hot spot wireless pubblico ma esistono moltissimi altri sistemi più complicati ma anche più difficili da scoprire!

Nel nostro paese gli hot-spot wireless sono solamente 4200, un quarto di quelli esistenti nei principali paesi europei. Se questa nuova normativa che di fatto modifica la legge Pisanu riesce a passare, dovrebbero moltiplicarsi a macchia d'olio in pochissimo tempo i FREE INTERNET POINT rendendo possibile la navigazione wireless pressochè ovunque fuori casa.

Speriamo in bene.

 

Ultimo aggiornamento Venerdì 05 Novembre 2010 22:52
 
«InizioPrec.12345678910Succ.Fine»

Pagina 10 di 43

Copyright ©xnotar 2002-2017 all right reserved