Notice
  • EU e-Privacy Directive

    Questo sito web utilizza i cookies anche di terze parti per gestire l'autenticazione, la navigazione, e altre funzioni. Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta che possano essere installati questi tipi di cookies sul proprio dispositivo.

    View Privacy Policy

    View e-Privacy Directive Documents

CIBO E LEVITAZIONE MAGNETICA PDF Stampa E-mail
Scritto da Admin   
Giovedì 24 Giugno 2010 11:08

COSA C'ENTRANTO QUESTE DUE COSE APPARENTEMENTE SU DUE PIANETI DIVERSI? SEGUITEMI E LO SCOPRIRETE...

I ricercatori della Harvard University a Cambridge, nel Massachusetts, guidati da George Whitesides descrivono sulle pagine del Journal of Agricultural and Food Chemistry, organo ufficiale dell’American Chemical Society, in che modo sia possibile utilizzare questa nuova "tecnologia applicata" chiamata "MAGLEV" per misurare la densità delle sostanze e ricavare così informazioni precise sulla loro composizione chimica.

La composizione dei cibi ovviamente già viene analizzata a fondo con strumenti ben precisi, ma quello che propone la levitazione è un analisi immediata, precisa e a bassissimo costo. Con questa tecnologia per esempio si potrà misurare la densità dei liquidi per determinare l'esatto contenuto di zuccheri nelle bevande gassate o la quantità di alcool nei vini o nella bira o ancora la misurazione della salinità dell'acqua destinata all'irrigazione ecc..

Gli scienziati affermano che questa tecnologia a basso costo rende tra l'altro molto agevole queste misurazioni. Nelle loro dichiarazioni descrivono uno speciale sensore che viene utilizzato per sospendere i campioni di solidi e/o liquidi tramite due magneti. In poche parole l'apparecchio utilizzato dovrebbe avere le dimensioni di un cubetto di ghiaccio costituito da un contenitore pieno di un apposito fluido (di cui non parlano) con magneti alle due estremità (superiore ed inferiore). All'interno di questo "cubetto" vengono posti i campioni e misurando la distanza verticale percorsa dai campioni (sotto levitazione) all'interno dello speciale fluido è possibile conoscere la loro densità.

Ora sappiamo che MAGLEV, non è più la parola per identificare solamente la tecnologia usata per i treni ad alta velocità futuristici. D'ora in poi MAGLEV ci verrà incontro anche per garantirci la trasparenza nei cibi.

Beh, che dire?! A noi non è che ci cambi la vita, ma anche questa è tecnologia di partenza, dalla quale potrebbe nascere chissà quale altro marchingegno.

 

 

 

Commenti (0)
Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti!
Ultimo aggiornamento Giovedì 24 Giugno 2010 11:57
 

Copyright ©xnotar 2002-2017 all right reserved