Notice
  • EU e-Privacy Directive

    Questo sito web utilizza i cookies anche di terze parti per gestire l'autenticazione, la navigazione, e altre funzioni. Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta che possano essere installati questi tipi di cookies sul proprio dispositivo.

    View Privacy Policy

    View e-Privacy Directive Documents

Droni Botticini sforna il SCPY-636e PDF Stampa E-mail
Scritto da Annamaria Moretti   
Venerdì 01 Agosto 2014 19:10

immagine SCPY-636eEcco la nuova creazione di casa Botticini, si ratta del nuovo prototipo di drone esacottero in conformazione a "Y". Il modello è ancora un prototipo, ma ha già accumulato parecchi voli test. Il drone si presenta con una linea piuttosto aggressiva e spartana, quasi degna dei velivoli militari, ma come spiega Alberto Botticini, ideatore e produttore del modello, l'idea di renderlo così spartano è voluta per rendere il velivolo pratico e soprattutto rapido nelle operazioni di messa a punto pre e post volo. Da quello che abbiamo potuto apprezzare visionandolo in anteprima durante alcuni voli test, il modello sembra essere piuttosto stabile, anche se secondo il nostro parere ha bisogno ancora di una messa a punto, ma trattandosi di un prototipo non ci si può lamentare, al contrario si può solamente apprezzare la reattività del modello, la velocità  e manovrabilità anche su spazi ridotti (ovviamente se pilotato da buone mani). Per quanto riguarda i componenti montati sul SCPY-636e, sappiamo che monta 6 motori T-MOTOR MS2216-9 DA 1.100KV, regolatori (ESC) OPTO da 30A, mentre per quanto riguarda l'elettronica di controllo e gestione del volo, monta un DJI NAZA M-V2. Il velivolo in questione da noi visionato montava poi una ricevente a 8 canali FrSky X8R provvista di telemetria e pilotato dalla Taranis X9D da 16 canali. Ben strutturato è il frame ed i tubi di supporto in alluminio da 32mm con supporti motori dal design accattivante, frutto di un accurato studio di progettazione CAD e realizzati in PVC. Abbiamo poi notato che dai primissimi test ad oggi, è sparito il pattino automatico elettrico (che si nota in funzione poco dopo l'inizio del video a 18 secondi e per una frazione), comodo per evitare di vederlo durante le riprese con un gimbal, ma Alberto spiega che è stato sostituito da uno fisso a causa della sua fragilità, era molto facile da rompere in caso di atterraggi pesanti, inoltre pesava molto rispetto a quello fisso installato ora ed assicura che con gimbal installato sotto il frame inferiore, il pattino non sarà comunque visibile.

Essendo solo un prototipo, non siamo riusciti a saperne di più (nonostante Alberto sia un amico e amministratore di questo sito), ma sappiamo che forse entrerà in produzione a breve con materiali molto leggeri e resistenti (fibra di carbonio o di vetro) che ne dovrebbero quasi dimezzare il peso. Al momento in cui lo abbiamo visto volare, aveva un peso al decollo di 2,450Kg con GoPro montata fissa sotto il frame inferiore ed una batteria LiPo da 5.000mAh da 400Gr. Sappiamo inoltre da indiscrezioni che è allo studio di progettazione un nuovo drone rivoluzionario da casa Botticini e sempre da fonti ufficiose probabilmente monterà niente po po di meno del DJI A2, staremo a vedere. Non vediamo l'ora di poterlo avere tra le mani per metterlo a nudo e descrivervelo, non ci resta che aspettare. Nel frattempo gustatevi il video dimostrativo del SCPY-636e.

Buona visione!!!

P.S.:il video è in Full HD visibile anche a 1080p, se avete un buon monitor, scheda video e connessione internet ve lo consiglio al top e in fullscreen.

 

 

Commenti (0)
Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti!
Ultimo aggiornamento Venerdì 14 Agosto 2015 11:00
 

Copyright ©xnotar 2002-2017 all right reserved